Green Pepper cbd: una nuova infiorescenza

Quando parliamo di green pepper cbd, ci riferiamo ad una delle novità più interessanti per quanto
riguarda le infiorescenze di cannabidiolo.
Serve sempre ripeterlo, il cbd non crea assuefazione e al giorno d’oggi viene utilizzata molto spesso
anche dal punto di vista terapeutico.
Gli studi scientifici in merito sono ormai molteplici. I risultati sono lampanti: benefici sono
dimostrati. Oggi ne siamo ancor più certi. La seconda sostanza maggiormente presente all’interno
della cannabis rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per tutti quelli che cercano
benefici senza voler per forza ricorrere ai medicinali.

Green pepper: come coltivarla e a chi la consiglio

Dapprima coltivare cbd necessitava di grossi spazi. Ad oggi, accompagnati ai più classici campi,
sono arrivati gli impianti idroponici. Come potrai intuire in maniera molto immediata, la
coltivazione idroponica rappresenta una tecnologia innovativa, una metodologia di coltivazione
fuori suolo. Necessario ovviamente l’impiego dell’acqua in qualità di substrato primario.
Come è facilmente intuibile l’idroponica rappresenta una metodologia di coltivazione “fuori-suolo”
che prevede il solo impiego di acqua in qualità di substrato primario.
E proprio la green pepper cbd si attesta in questo metodo di coltivazione. Le piante di cannabis
vengono coltivate all’interno di secchi riempiti di un substrato inerte. Sospese al di sopra di un
serbatoio pieno d’acqua, che racchiude tutte le sostanze nutritive necessarie alla sopravvivenza, alla
crescita e allo sviluppo delle stesse. Da segnalare inoltre l’impiego di piccole pietre porose, che
consentono la corretta ossigenazione del liquido.
Tra le varietà idroponiche che voglio segnalarti e descriverti oggi c’è la Green Pepper cbd.
Un’infiorescenza particolare. Un aroma pepato sicuramente non adatta a tutti. A chi la consiglio?
Potrebbe essere perfetta per i palati più robusti. Se fai parte di questo gruppo…il suo piacevole
gusto agrodolce ti conquisterà.

Un’infiorescenza che potrai anche vaporizzare, le soluzioni in questo
senso te le ho mostrate in questo articolo.

green pepper cbd

AROMI LIQUIDI CBD: perchè utilizzarli

Negli ultimi tempi stiamo assistendo ad una crescente richiesta di aromi liquidi al cbd. Questo è
dettato dal vero e proprio boom di vaporizzatori. ( link interno..vaporizzatori)
Molti più fumatori infatti si sono avvicinati a questo mondo, anche per smettere con la sigaretta
tradizionale. Il funzionamento è piuttosto semplice ed evita il fenomeno della combustione, che
bene, come sappiamo, non fa.
Tornando agli aromi liquidi, conosciuti anche come liquidi scomposti, si differenziano dai prodotti
concentrati. Il motivo? Hanno bisogno di essere utilizzati con proporzioni specifiche, senza diluirli,
come può avvenire con i concentrati.

Cosa sono nello specifico gli aromi liquidi al cbd?

Una novità nel mondo della cbd. Una sensazione davvero piacevole al palato.
Gli aromi liquidi cbd contengono l’estratto di cannabidiolo ed una parte di glicerina. Come potrai
utilizzarli? Con un vaporizzatore o con una sigaretta elettronica. Inseriti nell’apposito spazio,
possono essere fumati o svapati. Il primo passo consiste nel ricomporre il liquido scomposto
all’interno del flaconcino. Sbattere quindi il liquido all’interno della bottiglietta per riuscire a far
fluire il glicerolo vegetale e unirlo al liquido stesso.
Dopo questo procedimento rimane la parte più noiosa: l’attesa. Si, è abbastanza lunga, ma non si
dice spesso che l’attesa del piacere..aumenta il piacere stesso? 24 ore. Sono 24 le ore che dovrai
aspettare prima di utilizzarlo. Il ragionamento è ovvio e forse lede la tua intelligenza, ma per
utilizzarlo bisognerà quindi preparare il kit con largo anticipo. Una volta preparato ed atteso…ti
assicuro che ne varrà la pena. Potrai provare questo prodotto e gustarlo in pieno relax.

Benefici

Ne ho parlato tanto, ne abbiamo parlato tanto e finalmente riusciamo a vedere uno spiraglio. La
maggior parte delle persone normodotate ha finalmente capito quanto bene faccia il cbd. Cosa dire
quindi degli aromi liquidi al cbd? I suoi benefici sono innumerevoli. Infiammazioni, problemi
cardiovascolari, stress e ansia saranno attutiti dalle straordinarie proprietà benefiche di questo
prodotto.

AROMI LIQUIDI CBD

Lemon tonic cbd: una genetica molto profumata

Ne abbiamo tante e di qualità e oggi ti voglio parlare di un’altra cbd: la Lemon tonic. La musica
rimane sempre la stessa, bassissimo contenuto di Thc e invece alto contenuto di Cbd. Le leggi in
Italia si rifanno ancora al 2016, da lì in poi non abbiamo fatto grandi passi in avanti.
Detto ciò, abbiamo lavorato e faticato per produrre a te e a tutti gli appassionati del mondo,
infiorescenze che riescano a mantenere aromi e profumi eccezionali e al contempo ottenere
numerosi benefici per l’organismo.

Coltivazione

Ovviamente umidità e temperatura sono fondamentali. Vanno infatti sempre monitorate per
stimolare la pianta a crescere nel migliore dei modi e sprigionare poi in fioritura tutti i terpeni
contenuti.
Coltivazione al coperto, lavoro scrupoloso. Ecco il modo migliore per una genetica coi fiocchi.
Un’infiorescenza con dei profumi e degli aromi…

Aspetto e Aroma

Ok, arriviamo al punto forte. I bud di questa genetica possono essere considerati medio/lunghi. Una
pianta che si sviluppa in altezza rimanendo decisamente omogenea nella sua crescita. Le sue
gemme verde intenso le conferiscono un bellissimo aspetto.
Una genetica molto profumata, con un inebriante e inconfondibile aroma che ti farà viaggiare tra le
terre calde degli agrumi e alle sfumature di limone e bergamotto.
Un profumo ed un aroma che sono davvero inconfondibili. Se ti stai avvicinando per le prime volte
a questo mondo, forse questa Lemon tonic cbd potrebbe fare al caso tuo.

Non ci saranno dubbi, capirai fin dal primo istante le sue note di montagna, quell’aroma intenso.

lemon tonic cbd

Olio cbd concentrato: cos’è e come assumerlo

Oggi voglio parlarti di olio concentrato al cbd. Si, lo so, non rappresentano più una novità nel
mondo della cannabis. La sua origine è addirittura antecedente a quella che stai pensando in questo
preciso momento. Parliamo di migliaia di anni.
Eh si, perché migliaia di anni fa infatti, i fan della cannabis avevano già trovato diverse strategie e
soluzioni per amplificare gli effetti dell’erba. Uno dei metodi era legato al raggruppare un maggior
numero di tricomi possibile.
Il tempo passa, fortunatamente la tecnologia si evolve nel mondo ed ovviamente anche in questo
settore. Quest’ultimo infatti è cresciuto di pari passo con gli altri. Sul mercato sono riusciti ad
introdurre nuovi concentrati, col tempo più potenti.

Concentrati cbd: come si produce

Gli amanti della tradizione quando sentono parlare di sola Cbd potrebbe storcere un po’ il naso, ma
la verità è che attualmente ci sono un’infinità di prodotti che solo qualche tempo fa neanche ci si
poteva immaginare. Anche gli usi sono dei più svariati, un consiglio…provate a vaporizzare.
Il motivo per il quale parliamo esclusivamente di Cbd è molto semplice. Questo ci consente la
legge. Rappresenta inoltre una soluzione innovativa e versatile per beneficiare appieno del
cannabinoide.
L’assortimento di concentrati cbd, come detto, è davvero ampio. Sapori, aromi, profumi e
consistenze infinite potranno soddisfare appieno i tuoi bisogni. Anche gli effetti saranno diversi a
seconda della tua scelta. Ma come vengono creati? Il processo avviene estraendo cannabidiolo,
terpeni ed altri specifici composti fitochimici dai fiori di cannabis ricchi di cbd. A questo punto,
destrando le molecole e separandole da sostanze come clorofilla, cera e cellulosa, si ottiene un
prodotto con livelli alti di cannabidiolo.

Olio cbd concentrato: come assumerlo

Approvato. Lo vuoi provare, ci siamo intesi. Puoi trovarlo già confezionato in comode boccette
dotate di tappo contagocce. Questa modalità possiamo considerarla davvero pratica. In questo modo
infatti potrai controllare ogni volta il dosaggio e portarlo sempre con te.
Viene assunto per via orale. Dovrai semplicemente applicare alcune gocce sotto la lingua e poi
ingerirle per ottenere l’effetto desiderato.

olio cbd concentrato

AIRISTECH VAPORIZZATORI: quali sono i vantaggi?

Ormai lo sappiamo da tempo, Airistech produce vaporizzatori da elevata qualità. Possiamo dire che
il rapporto qualità prezzo sia davvero eccellente.
Molte persone però devono ancora comprendere perché preferire dei vaporizzatori anziché
abbandonare il proprio mix. Ok, lo so, è decisamente difficile abbandonare le proprie abitudini. Le
nostre amate cartine, filtro, erba e tabacco. Staccarsi da questa routine appare un’impresa.

Perché passare ad un vaporizzatore

Il mondo però cambia e noi cambiamo col mondo. Sono cambiato anche io. Quando ho provato un
vaporizzatore non ho più fatto un passo indietro.
Pur essendo un’innovazione piuttosto recente, ha già conquistato i cuori di molti. Le ragioni sono
diverse, i benefici sono numerosi. Cerchiamo quindi di capire quali sono i due punti che considero i
più importanti.
Perché va bene, è maneggevole e discreto, potrai tenerlo in tasca, ma non sono questi i motivi
principali per cui ti consiglio uno dei vaporizzatori di Airistech.

Salutare

Fai una scelta salutare, proprio come ho fatto io. Un vaporizzatore riscalda l’erba fino a far
evaporare i cannabinoidi, ma senza far bruciare la materia vegetale essiccata. L’uso comporta effetti
più lucidi e stimolanti.
Quando fumiamo con il classico metodo mixando erba e tabacco, fumiamo anche catrame,
particelle cancerogene e radicali liberi. Non fumi solo l’erba, spero tu lo sappia. Stai mettendo
dentro il tuo corpo anche tutto quello che deriva dalla combustione.
Il vaporizzatore invece elimina tutti gli agenti chimici ed offre la possibilità di fumare finalmente
l’erba nuda e cruda, esattamente come vogliamo. Devo tirare fuori anche il momento in cui appoggiamo la nostra beneamata sul posacenere?

Risparmio

Di primo impatto potrebbe far sorridere. Non solo ti consiglio di passare ad un vaporizzatore, ma ti
indico pure di scegliere uno dei vaporizzatori Airistech per cominciare. Poi ti parlo di risparmio?
Sono pazzo? No, semplicemente non ragiono alla giornata, ma sul futuro!
Con questi prodotti usiamo tutta l’erba che vogliamo utilizzare. Senza perdite. La combustione
degrada il principio attivo, la vaporizzazione ovviamente no.
Cosa ne deriva? Se riusciamo ad utilizzare il 100% della nostra erba, riduciamo quindi la quantità
che mettevamo prima. Meno erba, stesso risultato. Testimonianze esaminano e riferiscono di una
percentuale del 30-40% di efficienza in più dei vaporizzatori, rispetto al fumo.
Considerando quindi un’efficienza superiore al 30% puoi facilmente renderti conto da solo che stai
risparmiando veramente una quantità infinita di erba. Calcola adesso tutto il periodo di tempo ed in
poco tempo vedrai che questo risparmio ti ripagherà della spesa del vaporizzatore.
Se considerate un’efficienza superiore del 30%, vorrà dire che potrete usare appieno un terzo di erba
in meno del normale, ottenendo un considerevole risparmio in un determinato periodo di tempo.
Questo risparmio vi ripagherà della stessa spesa per l’acquisto del vaporizzatore, alcune volte
addirittura nel giro di sei mesi, a seconda delle vostre abitudini di consumo.
Prova i vaporizzatori con il polline cbd.

Airistech vaporizzatori

Polline cbd: l’infiorescenza per i più esperti

Decisamente versatile, piacevole e con una infinità di usi da far invidia a gran parte dei prodotti di
salute e benessere in giro per il mondo. Ci sono buone ragioni per cui le persone amano così tanto il
cbd ed oggi ti voglio parlare di una infiorescenza unica nel suo genere: il polline cbd.
Il polline Kief possiamo considerarlo come un passo successivo. Un prodotto per chi è già affine al
mondo del cbd, un prodotto per tutti quelli che vogliono migliorare maggiormente la propria
esperienza della cannabis light con effetti più importanti, più marcati.

Caratteristiche Polline Kief cbd

Il kief si presenta con un colore verde e marrone, al tatto la consistenza e morbidissima e friabile.
Per quanto riguarda il gusto, come dicono i più esperti, risulta terroso e rilascia un piacevole aroma
in bocca.
Molti lo conoscono sotto il nome di polline setacciato. Cerchiamo però di capire meglio cosa sia
questo tanto chiacchierato polline cbd.
I risultati parlano chiaro: questo prodotto è almeno due volte più potente delle classiche
infiorescenze della cannabis light presenti in commercio. A livello salutare e di benessere, contiene
tutte le sostanze benefiche presenti nella canapa, dal THC, presente ovviamente in quantità irrisoria,
all’ormai celeberrimo cbd.
Ora cerchiamo di capire come si ottiene questa infiorescenza. Parola d’ordine: Tricomi. Cosa sono
questi tricomi che sentiamo spesso nominare? Sono delle ghiandole di resina piccolissime dal
colore bianco. Sembrano proprio dei piccoli cristalli, che ricoprono le cime della cannabis.
I tricomi sono importantissimi. Questi ultimi infatti possiamo considerarli come i principali
responsabili di quello che cerchiamo, quello che desideriamo: gli effetti benefici della cannabis
light. Raccogliendo quindi direttamente i tricomi sotto forma di kief, possiamo ottenere tutte le
proprietà salutari della marijuana nella forma più pura.

Polline: per chi è indicato?

Veniamo al punto.Non è un prodotto per tutti. Non rappresenta la prima scelta per chi si affaccia per
la prima volta al mondo cbd. Lo consiglierei decisamente a tutti coloro che amano i concentrati.
Se ti piace vaporizzare (link int: airitech vaporizzatori) , allora il polline kief potrebbe essere una
soluzione molto interessante per te. Ti consiglio inoltre questo meraviglioso prodotto per vivere al
meglio la tua esperienza.
Divertiti.

Polline cbd

Fumo legale cbd: dalla sua nascita ai giorni nostri

Quando parliamo di fumo legale cbd ci rifacciamo all’ormai sfrondato mondo della cannabis light. Tanto ne abbiamo parlato in questi ultimi anni, tanto ne abbiamo discusso e, ciononostante, stiamo ancora di fronte ad una forte disinformazione. 

Assurdo pensare come, dopo tutto questo tempo, ci siano ancora molte persone reticenti a questo mondo. Le evidenze scientifiche parlano, ma chi non vuole informarsi rimarrà sempre cieco. 

Dove eravamo rimasti? Fumo legale cbd, esattamente. Per introdurre questo argomento dobbiamo partire necessariamente dalle origini dell’hashish. 

Fumo: le origini

Siamo nelle terre arabe, ricche di storia e tradizioni, precisamente nel XIII secolo. In questo luogo e in questo momento storico fa la sua prima comparsa l’hashish. Capiamo quindi le sue antichissime origini. 

Curioso come la sua diffusione la si deve alle orde del famoso invasore Gengis Khan. Quest’ultimo infatti fece conoscere il prodotto al mondo intero durante le sue svariate conquiste. 

E in europa? Il primo paese a veder la sua propagazione è stata la Francia. Incredibile quanto i francesi si siano innamorati del fumo a tal punto da fondare un club esclusivo, in cui gli artisti e l’alta borghesia potessero intrattenersi e passare piacevoli serate. 

L’hash si propagò quindi in lungo e in largo ed arrivò, per forza di cose, in mano anche a medici e studiosi. Proprio con questi ultimi si capì quanto effettivamente avesse delle proprietà benefiche che potessero essere sfruttate per la medicina e per il progresso.

Dalla più classica Hashish al fumo legale cbd

Un problema, un semplice ed unico problema. La più classica dell’hashish presentava e presenta tuttora alti livelli di THC. Come già detto, le varie leggi di molti stati obbligano a mantenere irrisori i livelli di THC.  Da qui l’idea/obbligo di passare al fumo legale di cbd. Quest’ultima, a differenza del THC, non altera le funzioni neurologiche e non crea alcuna dipendenza.

Ora, l’unica difficoltà è rappresentata dalla sua infinita diffusione. Si, è questo l’unico disagio. Il fatto che si sia diffusa così tanto ha permesso la circolazione di prodotti di pessima qualità. 

Resta quindi capire come riconoscere. Oggi voglio darvi due indicatori importanti: il colore e la consistenza. In genere deve apparire dal biondo scuro al marrone e morbido al tatto, spesso sabbioso. 

Fumo legale CBD

Hash legale: 3 scelte da non perdere

L’hash legale spesso la chiamiamo anche “light”, il motivo? La sua bassa concentrazione di THC. 

Ormai ce lo hanno ripetuto all’infinito: la quantità massima di thc consentita deve rimanere sotto la soglia dello 0,5%. 

I derivati della cannabis che presentano un tasso di principio attivo così basso non solo sono innocui, ma hanno anche numerosi benefici.

Le 3 migliori varietà di Hash legale

Questo mondo negli anni ha visto una crescita esponenziale di prodotti, la cui accessibilità è alla portata di tutti. Oggi andiamo a scegliere 3, tra le migliori varietà di hash legale presenti sul mercato. 

Le varietà proposte di seguito presentano ognuna caratteristiche uniche nel suo genere.

Charas

Una infiorescenza estratta a mano e prodotta principalmente in Asia meridionale, con a capo il territorio indiano. 

Dalle catene montuose dell’Himalaya, il Charas è ormai famoso in tutto il mondo. Si presenta con un colore marrone che ricorda un po’ il caramello. Tralasciando però il suo aspetto, il suo profumo è in grado fin da subito di colpirti: è intenso e super avvolgente. 

Talmente morbido al tatto che alcuni lo chiamano anche crema di Charas.

Polline Kief

Tra i derivati della cannabis light più rappresentativi, figura ovviamente il Polline Kief (link interno articolo polline) . Sicuramente una tra le più potenti. Almeno due volte superiore alle classiche infiorescenze della cannabis light. 

Se hai osservato da vicino un’infiorescenza, avrai prestato attenzione alle ghiandole di resina a forma di fungo di cui è ricoperta. Quelle sono i tricomi, molto simili a dei piccoli cristalli. 

Ecco, stacca quei cristalli e avrai il tuo Kief. 

Un gusto morbido, terroso e un retrogusto di cannella e miele. Possiamo considerarlo come un vero e proprio esplosivo di cbd. 

Burbuka

Eccoci arrivati alla terza e strepitosa infiorescenza di questa lista.  Siamo sulle coste del mar mediterraneo, precisamente nelle terre del Marocco. Lavorato rigorosamente a mano, si fa notare per la notevole presenza di cannabinoidi cbd. Il gusto del burbuka è decisamente particolare, abbastanza pungente e speziato, ma con un sapore unico ed un retrogusto decisamente gradevole al palato. 

Hash legale

Shop cbd Torino: come bisogna muoversi

Aprire uno shop di Cbd a Torino, prima del 2016 sembrava un’utopia. Nessuno si sarebbe mai immaginato di poter andare in questo verso. La legge 242, entrata in vigore nel 2017 ha cambiato radicalmente le carte in tavola. La canapa light ha visto possibile il suo utilizzo per scopi alimentari,
tessili, cosmetici oltre che di bioedilizia. La suddetta legge consente quindi la produzione e commercializzazione della cannabis light. Le
regole rimangono comunque ferree, in primis il prodotto deve necessariamente sottostare alla regola dello 0,5%. Il thc deve infatti rimanere sotto la soglia dello 0.5%. Su questo punto ancora c’è da sciogliere qualche dubbio. I prodotti che può vendere uno shop di cbd a Torino o in qualsiasi altro luogo sul territorio italiano, non contengono sostanze psicoattive e non portano assuefazione. Regalano invece solo benefici all’organismo. In genere il suo utilizzo principale è strettamente legato alla necessità di ridurre l’ansia e rilassarsi. Incredibile pensare a come sia cambiato tutto in pochi anni. Al giorno d’oggi davvero migliaia di
persone si sono affacciate a questo mondo. La commercializzazione delle infiorescenze di canapa light si è sviluppata davvero radicalmente.
Un’evoluzione che ha permesso di migliorare sempre di più e offrire prodotti di qualità maggiore. Se la tua volontà è quella di cercare uno shop di cbd a Torino di alta qualità, la risposta può essere solo una: Flower Power Italia. Una realtà nata sul territorio milanese in continua espansione:
propone le migliori genetiche di erba light con un servizio di consegna express, oltre che ad una totale riservatezza in termini di Privacy.
Offre una varietà di infiorescenze che pochi hanno in questo momento, il motivo? Andare incontro alle esigenze di tutti al fine di soddisfare ogni desiderio. Tra quelle da segnalare c’è senza dubbio la Moonrock ice. Il gusto di questo fantastico fiore è molto speziato con sfumature di limone, per un mix di sapori unici. Il fiore all’occhiello però, non poteva che essere la Rollex O.G.. Dal sapore molto intenso, con delle gradevoli note di limone, frutta e fiori freschi. Protagonista anche della Cannabis Light Cup 2019, la Rollex O.G. è il prodotto perfetto per andare sul sicuro.

Canapa Online: Il boom della Toscana

Canapa Online: Il boom della Toscana. testimonia che acquistare canapa online è diventato ormai una prassi. E’ ormai un anno che conviviamo con una situazione a dir poco surreale. Nessuno di noi avrebbe mai immaginato di dover rimanere chiuso in casa per contrastare un virus. Una condizione talmente fuori dal mondo, che ha comportato delle conseguenze dal punto di vista psicologico. Non è un caso che, proprio a partire da marzo 2020, la vendita di canapa light online abbia visto un’impennata. La quarantena ha scosso un po’ tutti, chi aveva già problemi d’ansia e di stress non ha fatto
che incrementare questo disturbo. I prodotti a base di CBD hanno rappresentato e rappresentano tuttora una delle soluzioni più congeniali per far fronte al problema. I benefici di questo prodotto sono innumerevoli, uno su tutti: donano un profondo rilassamento fisico ed emotivo garantito dagli oltre 800 principi attivi. Questi prodotti non vogliono in alcun modo sostituire farmaci e cure specifiche, ma hanno lo scopo di alleviare un po’ i dolori. In maniera assolutamente naturale. Da quando la cannabis light è entrata legalmente nel commercio italiano il settore ha visto una crescita
esponenziale. Il boom vero e proprio è arrivato a cavallo tra Marzo e Aprile dove sul territorio toscano si è registrato un incremento delle vendite del 50% della canapa online rispetto all’intero 2019.

Canapa online: Come acquistarla

L’ecommerce, durante l’emergenza sanitaria, è diventata la fonte principale da cui acquistare i prodotti. Secondo una ricerca di Netcomm, a fare compere su Internet si sono avvicinate anche persone che non lo
avevano mai fatto prima. Come si suol dire: di necessità, virtù. La Toscana rappresenta una delle regioni che più ha conosciuto il mondo della cannabis light, motivo per cui le vendite online sono cresciute a dismisura.
Acquistare canapa online infatti, non è mai stato così semplice. Basta andare da un rivenditore autorizzato, di comprovata qualità, ed effettuare l’acquisto tramite lo shop. Arriverà quindi a casa il prodotto desiderato, senza neanche doversi recare in negozio.